Qui con voi mi trovo bene: è proprio la mia vita stare con voi

Orari Celebrazioni

A partire da lunedì 1° giugno

Da lunedì a venerdì: 07:00 | 08:00 | 09:00 | 10:00 | 17:00 | 18.30

Sabato e vigilie: 07:00 | 08:00 | 09:00 | 10:00 |18.00

Domenica: 08:00 | 09:30 | 11:00 |12.30 |17.00 | 18.30 | 21.00

Orario chiusura della Basilica per sanificazione:

Dal lunedì al sabato – dalle ore 12.00 alle ore 15.00
Domenica – dalle ore 13.30  alle ore 15.00

Maria vi protegge con il suo manto

Novena di Maria Ausiliatrice

Dal 15 maggio alle ore 17.00

Valdocco Oggi

Un sogno che continua

Singoli

Vieni a vivere la riconoscenza di Don Bosco alla Madre del Signore per i tanti “aiuti” ricevuti. Valdocco è sia un viaggio interiore sia nella missione salesiana.

Famiglie

 Venite a vivere l’esperienza della “Betlemme salesiana”, dove in un clima di famiglia si può toccare l’amore ai giovani fino alla temerarietà per salvarli.

Parrocchie

Venite a vivere le tappe principali della storia dell’oratorio di San Giovanni Bosco. Valdocco è un crocevia di storie e cammini di molti uomini e donne di Dio.

Scuole e gruppi

Venite a vivere il cortile dove si è realizzato quel sogno dei nove anni che si è diffuso nel mondo. Valdocco è l’origine del sistema preventivo di Don Bosco.

La Basilica

Maria, Aiuto dei Cristiani

Il Santuario di Maria Ausiliatrice è nato dal coraggio di Don Bosco e dalla sua grande devozione alla Madonna.
È il cuore dell’opera salesiana. È il luogo della maturità educativa e spirituale del santo dei giovani. Contiene i corpi di Don Bosco, di Santa Maria Domenica Mazzarello, co-fondatrice con Don Bosco delle Figlie di Maria Ausilialtrice, di San Domenico Savio, e dei beati salesiani.

Fu un’impresa segnata da avvenimenti straordinari e da difficoltà enormi: Don Bosco non si stancava di ripetere che era la Madonna che voleva la chiesa e Lei stessa, dopo avergli indicato persino il luogo dove doveva sorgere, gli avrebbe anche fatto trovare i mezzi necessari.

La Storia

La “Terra Santa” salesiana

Qui a Valdocco Don Bosco inizia a trasformare “dei lupi in agnelli”. Un progetto che trova la sua dimora prima in “Casa Pinardi”, poi in tutto il mondo. I lupi, dopo esser diventati agnelli, si trasformano in “pastori”: alcuni dei suoi primi ragazzi diventano salesiani. Da Valdocco l’ideale educativo di Don Bosco si trasforma in santità apostolica. È il cuore dell’opera salesiana: dall’umile tettoia di Casa Pinardi all’edificazione della Basilica nel luogo indicato dalla Madonna. Oltre a Don Bosco, vengono qui ricordati in special modo Domenico Savio, Michele Rua, Maria Domenica Mazzarello, i benefattori e collaboratori dell’opera salesiana delle origini.

© Copyright - Salesiani di Don Bosco - L’ORATORIO SALESIANO SAN FRANCESCO DI SALES - C.F. 00070920053 - via Maria Ausiliatrice, 32 – 10152 Torino (TO) - Informazioni 0119877111 | Cookie Policy |   Privacy Policy | DPO