Articoli

Basilica Maria Ausiliatrice – Indicazioni per le Celebrazioni Eucaristiche dal 18 maggio 2020

A partire da lunedì 18 maggio riprendono le Celebrazioni Eucaristiche aperte ai fedeli. La Basilica Maria Ausiliatrice informa che saranno attuate le disposizioni previste dall’Arcidiocesi di Torino, riportate di seguito:

  1. Rispettare sempre le distanze di sicurezza: 1,5 metri in entrata, in uscita e durante la Comunione.
  2. Divieto di ingresso per chi: ha sintomi influenzali/respiratori; ha una temperatura corporea uguale o superiore a 37,5°; sia stato, nei giorni precedenti, a contatto con persone positive al covid.
  3. Disinfettare accuratamente le mani entrando in chiesa.
  4. Non si può fare in segno della pace.
  5. Occorre sedersi esclusivamente sui posti indicati: anche nei banchi mantenere la giusta distanza e non spostare le sedie.
  6. La distribuzione della Santa Comunione sarà effettuata in mano.
  7. Indossare dispositivi personali di protezione durante tutta la celebrazione (la mascherina deve coprire bene naso e bocca).
  8. La raccolta delle offerte sarà fatta anche con appositi contenitori alle porte della chiesa.

Un grazie a tutti per la comprensione.

Il messaggio del Rettor Maggiore per la Pasqua 2020

Di seguito, il messaggio del Rettor Maggiore, don Ángel Fernández Artime, per la Santa Pasqua 2020 e l’intervista rilasciata al al settimanale cattolico Alfa y Omega a poco più di un mese dalla fine del 28° Capitolo Generale.

Avendo visitato numerosi Paesi, cosa pensa quando il Papa dice che siamo in “una terza guerra mondiale a pezzi” o quando parla della “globalizzazione dell’indifferenza”?

Per il mio carattere e la mia identità carismatica salesiana, tendo a guardare con speranza. Ma, certamente, penso che stiamo vivendo anni molto difficili. Molti di noi, me compreso, 20 anni fa credevamo che la strada verso la pace e verso una crescente estensione dei diritti umani nel mondo fosse lenta, ma visibile. Negli ultimi 20 anni abbiamo vissuto però una battuta d’arresto inimmaginabile, sia a causa del terrorismo internazionale, sia a causa dello sfruttamento e degli abusi nei movimenti migratori esistenti in tutto il mondo, ma anche a causa delle guerre. In questo momento, poi, siamo colpiti da questa terribile pandemia. Non avremmo mai immaginato una cosa del genere. E questa stessa pandemia sta facendo emergere il meglio di molte persone e gruppi sociali (ad esempio medici, infermieri, servizi sociali), e il peggio dell’egoismo e dell’individualismo delle nazioni. A mio parere questo è deplorevole, e non sarà facile dimenticarlo nel post-coronavirus.

Da cattolici, come possiamo affrontare la pandemia?

Prima di tutto, direi che spero che impareremo qualcosa da tutto questo. Per esempio, torneremo a uno stile di vita frenetico o riusciremo ad avere ritmi e spazi più umani? Vogliamo recuperare il tempo perduto nei consumismo o impareremo che è possibile vivere felici con l’essenziale? Continueremo senza freni nella corsa alla contaminazione del mondo o daremo una tregua al pianeta? Dopo questa pandemia, un’indifferenza ecologica come quella che continuiamo a vedere nei vertici climatici non è possibile. Inoltre, di fronte alle situazioni di povertà che aumenteranno, come cattolici, dobbiamo continuare a rispondere con generosità. In generale, in situazioni estreme, tendiamo a dare il meglio di noi stessi. Ho molta fiducia in questo. Vorrei cogliere l’occasione per invitarvi alla solidarietà, alla fraternità, alla carità e alla preghiera. Abbiamo fede in Dio, che è al nostro fianco nel nostro cammino, anche se difficile come quello attuale. Per questo voglio ricordare l’immagine di Papa Francesco che prega in Piazza San Pietro, solo, ma accompagnato da tante persone in tutto il mondo.

 

Valdocco Shop: “Circondiamoci di parole belle, e continuiamo a stare vicini!”

Di seguito l’avviso del negozio di ricordi religiosi e libri di Valdocco con le indicazioni per questo periodo di emergenza COVID-19.

“Circondiamoci di parole belle, e continuiamo a stare vicini!”

Per questo ci mettiamo a disposizione per spedirvi i libri a casa, o nelle vostre parrocchie e comunità, in Piemonte e in tutta Italia.

Purtroppo ci è impossibile proporvi on line il nostro catalogo. Se siete dei nostri clienti abituali sapete cosa si può trovare da noi, altrimenti ecco un piccolo recap:

  •  le ultime novità dei libri spirituali
  • classici, moderni e non, della spiritualità, biografie di santi e testimoni
  • una sezione ampissima di testi su don Bosco e il mondo salesiano
  • materiale catechistico, liturgico, pastorale
  • una bellissima selezione di illustrati per bambini e narrativa per ragazzi
  • una piccola, ma curata, selezione di narrativa e saggistica

Voi chiedeteci cosa vi serve, e troveremo un modo per farvelo avere!

Dovremmo ovviamente mettere in conto un contributo per le spedizioni, e un minimo d’ordine (diciamo intorno ai 20 euro), voi contattateci in forma privata e ci accorderemo sulle modalità.

Ci trovate qui:

📍FB: Linea Valdocco
📍IG: Linea_Valdocco
📍WA: 3891091517
📍MAIL: libreria@31gennaio.net

24 marzo 2020: Atto di Affidamento della Famiglia Salesiana a Maria Ausiliatrice

ATTO DI AFFIDAMENTO A MARIA AUSILIATRICE
Martedì 24 marzo 2020 ore 12.00

Si riporta di seguito l’articolo pubblicato dell’Agenzia di Informazione Salesiana ANS in merito all’atto di affidamento a Maria Ausiliatrice che il Rettor Maggiore invita a fare domani, 24 marzo 2020, al termine della novena straordinaria iniziata il 15 marzo scorso.

(ANS – Roma) – Al termine della novena straordinaria a Maria Ausiliatrice, pregata in tutto il mondo salesiano, il Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, invita a fare un Atto di Affidamento rinnovando con il cuore di Don Bosco la propria fiducia a Maria Santissima, in quest’ora di prova e di sofferenza a causa della pandemia del coronavirus.

Don A.F. Artime invita a vivere questo momento in unità con Papa Francesco che chiama tutta la Chiesa e gli uomini di buona volontà a “rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza. Rimaniamo uniti. Facciamo sentire la nostra vicinanza alle persone più sole e più provate. La nostra vicinanza ai medici, agli operatori sanitari, infermieri e infermiere, volontari… La nostra vicinanza alle autorità che devono prendere misure dure, ma per il bene nostro… Vicinanza a tutti”. (Angelus del 22 marzo 2020).

Ogni comunità, ogni gruppo della Famiglia Salesiana, ogni famiglia trovi modi e tempi opportuni per concretizzare questo Atto di affidamento a Maria Ausiliatrice.

A Roma il Rettor Maggiore martedì 24 marzo, Commemorazione mensile dell’Ausiliatrice, alle ore 12 (UTC+1) guiderà la preghiera del Santo Rosario, al termine del quale farà l’Atto di Affidamento a nome di tutta la Famiglia Salesiana, davanti al quadro dell’Ausiliatrice nella Basilica del Sacro Cuore, dove Don Bosco celebrò la Messa il 16 maggio 1887, interrompendola ben quindici volte con le lacrime agli occhi, per aver compreso il significato del sogno dei 9 anni.

Come Don Bosco anche la Famiglia Salesiana oggi crede fortemente che Maria è “grande illustre presidio della Chiesa; aiuto meraviglioso dei Cristiani”, e soprattutto “nelle angustie, nelle lotte, nelle strettezze” ci difende da ogni male dell’anima e del corpo, “e nell’ora della morte accoglie l’anima nostra in Paradiso!”.

La preghiera del Rosario e dell’Atto di Affidamento sarà disponibile domani, 24 marzo, in sei lingue, su ANSChannel in YouTube e la pagina Facebook di ANS.

Alle 8 (UTC+1) in inglese.

Alle 12 (UTC+1) in tutte le altre lingue.